Progetti in corso

UNICORE – Corridoi Universitari

Il progetto dei Corridoi Universitari (UNICORE – UNiversity COrridors for REfugees) nasce con l’intento di offrire a studenti rifugiati l’opportunità di giungere regolarmente in Italia e di frequentare un corso di Laurea Magistrale, perseguendo l’obiettivo di rafforzare i canali di ingresso sicuri e favorire l’accesso all’istruzione superiore di rifugiati, sia nei paesi di asilo che in paesi terzi. CSD Diaconia Valdese, in qualità di partner nazionale del progetto, insieme a  UNHCR, MAECI, Caritas Italiana e Centro Astalli , contribuisce al coordinamento e al monitoraggio, nonché all’organizzazione delle fasi pre-partenza e dell’arrivo. Inoltre, a livello territoriale, è presente, tramite operatrici e operatori dedicati per azioni di supporto per il disbrigo delle pratiche amministrative, e per mettere in campo servizi e azioni volte alla loro inclusione nel tessuto sociale, sostenendoli per tutta la durata del loro corso di studi, fornendo in tal modo un punto di riferimento per la vita extra-accademica e per la costruzione di opportunità per il loro futuro.

QuBi – LA RICETTA CONTRO LA POVERTÀ INFANTILE

QuBì-La ricetta contro la povertà infantile è un programma promosso da Fondazione Cariplo con il sostegno di Fondazione Peppino Vismara, Intesa Sanpaolo, Fondazione Romeo ed Enrica Invernizzi, Fondazione Fiera Milano e Fondazione Snam attivo nella città di Milano dal 2017. L’obiettivo del programma è contrastare il fenomeno della povertà infantile attraverso un sistema integrato di presa in carico dei minori e delle loro famiglie che veda la collaborazione tra istituzioni pubbliche ed enti del terzo settore attraverso 23 reti di prossimità in 25 quartieri della città di Milano. Dal 2021, con l’avvio delle ricette bis per i quartieri, Servizi Inclusione Diaconia Valdese è diventaoa ente partner all’interno della ricetta Ben Cotto Raddoppia della rete QuBi Parco Lambro e sostenitrice delle ricette della rete Giambellino-Lorenteggio. Servizi Inclusione Diaconia Valdese è inoltre partner nella ricetta EXTRA “Family Work km zero” che coinvolge le reti QuBi Loreto e Qubi Parco Lambro avente come focus specifico il tema “lavoro” offrendo attività di orientamento al lavoro attraverso la figura di un tutor specializzato.

BINARI – KALEIDOSCOPI METROPOLITANI

Servizi Inclusione Diaconia Valdese è ente partner del progetto “Binari-Kaleidoscopi Metropolitani”, nell’ambito del bando PON Metro “Quartieri Connessi” del comune di Milano; si tratta di un progetto che ha come obiettivo primario la realizzazione di un dispositivo innovativo in grado di fornire beni e servizi agli abitanti di quartieri periferici della città che presentano criticità e fenomeni di esclusione sociale. All’interno di spazi riqualificati facenti parte del patrimonio comunale di Edilizia Residenziale Pubblica si svolgeranno attività sociali, culturali, sportive e creative, al fine di ampliare l’offerta locale di servizi ed aumentare la qualità delle relazioni tra gli abitanti, potenziando le sinergie nei quartieri.
Il progetto è articolato su tre sedi differenti nella città di Milano: via S. Erlembardo, via A. Visconti e via Faenza, dove Servizi Inclusione è co-referente insieme a Forum Cooperazione e Tecnologia (capofila dell’ATS) e attiva servizi quali: gruppi di acquisto popolare e una filiera sociale collegata con ‘cassette sospese’; spazio di co-working e formazione digitale; incubatore di nuove imprese sociali; sportelli di consulenza gratuita dedicati, rivolti ai cittadini in difficoltà economiche; anim/Azioni artistico-culturali; realizzazione di una palestra popolare; corsi di formazione e incontri tematici.

TERRITORI INCLUSIVI

Servizi Inclusione Diaconia Valdese è coinvolto in tre progettazioni nell’ambito del bando della Compagnia di San Paolo “Territori Inclusivi”. Le tre progettazioni, P(r)onti per l’autonomia, P.O.L.I. – Poli per l’Orientamento, la Legalità e l’Inclusione e Living Better, hanno luogo rispettivamente nei territori del Pinerolese, della bassa e alta Val Susa e dell’eporediese.
Fulcro delle 3 progettualità sono la tutela e l’accompagnamento sociale legato ai diritti su casa, lavoro, tutela legale e salute affiancate da mediazioni linguistico culturali e attività per la promozione del welfare culturale. Le progettazioni sono iniziate nel 2021 e si concluderanno nel 2022. Risultato atteso alla fine delle tre progettualità, oltre ad aver migliorato il tasso di integrazione tra persone migranti e territori di arrivo, è il consolidamento delle reti di welfare territoriale rispetto alle fragilità sociali dei soggetti più svantaggiati

CURLING

Il progetto sportivo di curling nasce nel 2017 grazie alla collaborazione con il 3S di Luserna San Giovanni (TO), che è un’Associazione sportiva con una sezione dedicata al curling e gestore del palazzetto del ghiaccio di Pinerolo. La collaborazione ha portato alla formazione della prima squadra di curling composta da soli africani. La African Only Curling Team è iscritta al campionato di serie C

RIFUGIATI IN CUCINA

Rifugiati in Cucina” è un’iniziativa di scambio interculturale che si basa sull’organizzazione di cene preparate dai richiedenti asilo e rifugiati secondo la loro tradizione culinaria. Il progetto è attivo nei territori della provincia di Torino e ha menù variabili in base alle persone accolte. I menù finora proposti sono stati quelli di: Pakistan, Bangladesh, Costa d’Avorio, Mali, Guinea, Marocco, Siria e Africa subsahariana.

Questa Iniziativa ha preso il via all’inizio del 2015 con un grande sviluppo durante l’estate, grazie anche alla rassegna cinematografica organizzata dal Rifugio Re Carlo Alberto di Luserna San Giovanni (TO) che ha permesso di creare delle vere e proprie serate a tema attraverso alcuni film inerenti al tema dell’immigrazione o semplicemente riguardanti i paesi d’origine di alcuni richiedenti asilo e rifugiati.

FAMI-IMPACT

Dal 2016 Servizi Inclusione della Diaconia Valdese, grazie al Fondo Asilo Migrazione ed Integrazione 2014-2020 e ad apposite convenzioni territoriali, collabora con gli enti locali e gli enti gestori delle funzioni socio-assistenziali nell’area metropolitana di Torino. Lo scopo è coordinare gli interventi di mediazione linguistico-culturale al fine di aumentare la capacità da parte dei territori di accogliere, di promuovere l’inclusione sociale e di rispondere ai bisogni di una popolazione sempre più diversificata

 

L’intervento dei mediatori si articola su due fronti. 

  • Da un lato, coinvolge il servizio sociale in senso stretto, con il suo strumento principe: il colloquio;

Dall’altro i mediatori linguistico-culturali operano in luoghi di aggregazione informale per offrire una presenza di supporto e lavorano con gli operatori in qualità di anello di congiunzione della rete dei servizi, incaricati del passaggio di informazioni da un servizio all’altro, con il ruolo di mediatori “tra” servizi oltre che “nei” servizi.

FAMI-PACA

Servizi Inclusione della Diaconia Valdese è capofila del progetto FAMI P.a.C.a. finanziato con fondi nazionali e comunitari, che mette in campo azioni per favorire l’inserimento socio-economico dei titolari di protezione internazionale fuoriusciti dai circuiti di accoglienza. Il focus del progetto, avviato a luglio 2020, sono i percorsi di empowerment per l’autonomia abitativa e lavorativa; nell’ambito di questo progetto si conducono anche numerose attività di integrazione e aggregazione sociale che coinvolgono i territori e le comunità in cui le persone vivono.
Il progetto coinvolge 10 partner (tra cui un ente pubblico) e 19 soggetti aderenti (enti pubblici e del Terzo Settore) operativi in quattro regioni italiane: Piemonte, Lombardia, Toscana e Sicilia, presso le sedi dei Community Center di Torino, Milano, Arezzo, Cecina (in fase di apertura) e Catania e presso il social point “Porto Aperto” di Pinerolo. Le persone straniere interessate che possiedono i requisiti per l’ammissibilità accedono ai servizi attraverso un colloquio conoscitivo con gli operatori degli sportelli. .

ALBERO DELLE MELE

L’Albero delle Mele è un progetto nato dalla collaborazione tra Flai-Cgil e Servizi Inclusione che ha come obiettivo quello di garantire inserimenti lavorativi tutelati e sicuri per persone straniere – ma non solo – nel settore agricolo. Il progetto prevede tre azioni principali:

  • Formare persone impiegate nelle attività produttive del settore agricolo su temi quali il contratto di lavoro, i diritti e i doveri del lavoratore, il trattamento fiscale, i servizi e la sicurezza
  • Migliorare e rendere possibili i rapporti tra le persone inserite nei progetti di accoglienza e le aziende facilitando l’incontro tra la domanda e l’offerta, aiutando nello svolgimento delle pratiche burocratiche e offrendo accoglienza nelle sedi della Diaconia a lavoratori esterni ai progetti e fuori sede.
  • Aumentare la visibilità della presenza dei lavoratori stranieri in agricoltura attraverso una campagna di comunicazione.

SOTTO-SOPRA

“Sottosopra: Abitare Collaborativo” è un progetto sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD che si pone l’obiettivo di contrastare la povertà abitativa e relazionale proponendo un modello innovativo di abitare che renda le persone consapevoli e attive nella creazione del proprio contesto abitativo.
Servizi Inclusione della Diaconia Valdese collabora a questo progetto attraverso il community center di Catania occupandosi di un front-office di orientamento al lavoro presso la sede della Cooperativa Trame di Quartiere in via Pistone. Lo sportello si occupa di orientare i beneficiari verso percorsi di integrazione e inserimento lavorativo attraverso il supporto alla stesura del CV e lettere motivazionali, la ricerca attiva del lavoro, la compilazione di domande di bandi di concorso e l’iscrizione nelle principali piattaforme. Inoltre, lo sportello si occupa del supporto alla compilazione della domanda di partecipazione al bando SottoSopra e si occuperà dell’orientamento lavorativo dei beneficiari dell’housing sociale una volta che questi verranno selezionati.

INTERREG – ARRIVAL REGIONS  

innovazione sociale per l’integrazione sociale ed economica dei cittadini di paesi non-UE

Il progetto GAL EVV “Interreg – Arrival Regions” nasce con l’obiettivo di offrire servizi gratuiti di tutoraggio individuale e di mediazione linguistico-culturale agli operatori di front office degli uffici e dei servizi territoriali della Val Pellice (città metropolitana di Torino) che interagiscono con i bisogni dei cittadini stranieri e/o migranti.

Il tutor e i mediatori affiancano gli operatori e i funzionari di sportello nello svolgimento delle pratiche quotidiane al fine di facilitare le interazioni con le persone straniere. Il progetto mira dunque a fornire un sostegno concreto agli operatori sia dal punto di vista linguistico-relazionale che sul fronte della documentazione, favorendo al tempo stesso l’accesso ai servizi da parte dei cittadini stranieri presenti sul territorio. Parallelamente, si propongono momenti di formazione rivolti a gruppi di utenti stranieri al fine di costruire insieme ulteriori strumenti utili a orientarsi nel mondo dei servizi al cittadino.

Dove sono attivi i nostri progetti

Accoglienza Migranti

Progetti vari

Inclusione e territorio

Social housing